Happy Mothers Breastfed Babies
Help 
  Forgot Your LLLID? or Create Your LLLID Here
La Leche League International
To Find local support:  Or: Use the Map




FAQ: Mio figlio è nato con un’invalidità. Posso allattarlo ugualmente?
(My baby was born with a disability. Can I still breastfeed?)

Le domande rivolte più frequentemente al sito LLL sono state raggruppate per argomento insieme alle relative risposte, redatte dalle consulenti LLL responsabili dell'aggiornamento del sito.

Per ciascun argomento vengono presentati diversi punti di vista e informazioni a carattere generale che non devono essere considerate alla stregua di prescrizioni mediche né come indicazioni automaticamente valide per tutti gli stili di vita e per tutte le famiglie. Per qualsiasi approfondimento, vi rimandiamo alla lista delle pubblicazioni LLL e vi invitiamo a contattare la consulente LLL più vicina a voi.

Mio figlio è nato con un’invalidità. Posso allattarlo ugualmente?
(My baby was born with a disability. Can I still breastfeed?)

Se il tuo bambino è nato con problemi particolari, probabilmente ti senti combattuta da molti sentimenti contrastanti. Come la maggior parte dei genitori, sei felice ed eccitata di incontrare il tuo nuovo bambino. Allo stesso tempo potresti avere sentimenti di delusione, rabbia, impotenza e persino colpa.

I bambini nati con la Sindrome di Down, labbro leporino o palatoschisi, problemi cardiaci, fibrosi cistica o un danno neurologico hanno bisogno dei benefici del latte materno anche più degli altri bambini. Il perfetto apporto nutritivo e i benefici immunologici del latte umano renderanno il tuo bambino più sano possibile, in modo da poter far crescere di peso il tuo figlio, aiutandolo ad essere forte per affrontare ricoveri o trattamenti di cui necessita. Inoltre il legame speciale e gli ormoni dell’allattamento della madre che allatta ti aiuteranno a mantenerti più calma ed a relazionarti con tuo figlio prima come persona e poi come bambino con problemi.

Il latte materno è facilmente digeribile e migliore per la salute dei bambini che possono avere problemi per aumentare bene di peso, come per esempio quelli con problemi di cuore o fibrosi cistica. È meno irritante del latte artificiale se dovesse entrare nei passaggi nasali, forte probabilità nel bambino con palatoschisi. Il latte materno aiuterà a proteggere il bambino con la Sindrome di Down dalle infezioni respiratorie e dai problemi intestinali a cui possono essere facilmente disposti.

Spesso un bambino con problemi è riluttante a prendere il seno. Se sei determinata ad allattarlo, comunicalo ai medici che vi stanno aiutando. Tuo marito, altri componenti della famiglia ed amici, la tua consulente di allattamento e la tua consulente LLL possono risollevare il tuo morale. Se vuoi dare il tuo latte al tuo bambino, prova ad attaccarlo subito. Se questo non funziona, inizia a tirare il latte prima possibile dopo la nascita. Bisogna tirare il latte tante volte quante un bambino si attaccherebbe, ogni due o tre ore. Il latte può essere somministrato tramite un sondino naso-gastrico o altri metodi di alimentazione. È meglio evitare biberon e succhiotti poiché il bambino deve succhiare in modo diverso al biberon e può diventare così confuso che sarà più difficile attaccarlo al seno quando sarà pronto.

Chiedi alla tua consulente de LLL o alla tua consulente professionale di allattamento (LC) riguardo all’uso di un dispositivo per l’alimentazione supplementare (DAS). Questo funziona riempendo una bottiglietta con il tuo latte; un sottile tubo passa attraverso di essa e va fissato al tuo seno o al dito e così il bambino viene alimentato. Il dito è più simile al tuo capezzolo di quanto lo sia la tettarella di un biberon. Alcuni medici, ostetriche e puericultrici non conoscono con questo metodo. Spiega a loro perché questo è importante per te ed il tuo bambino. Continua a provare, per quanto possibile, di attaccare il bambino al seno. La ricerca ha dimostrato che l’allattamento al seno è meno stressante per i bambini di quello artificiale, ma il tuo dottore potrebbe non saperlo.

Quando sei pronta a tentare di allattare, preparati ad essere paziente. Ci possono volere settimane perché il tuo bambino impari come attaccarsi bene. Vedi le FAQ sul posizionamento per avere delle idee. Inoltre cerca il sostegno della tua consulente de LLL o LC. Un bambino con lesioni neurologiche, con tono muscolare eccessivo o troppo debole, può necessitare di altri tipi di aiuto mentre sta poppando. L’abbraccio e il contatto pelle a pelle che l’allattamento comporta fornisce lo stimolo di cui il tuo bambino ha bisogno per sviluppare pienamente le sue capacità.

Se il tuo medico vuole che tu fai il possibile per aumentare il ritmo di crescita troppo lento, vedi se è d’accordo ad usare il tuo secondo latte (il latte che si trova nel tuo seno alla fine della poppata, che ha un contenuto di grassi e calorie più elevato). Puoi tirarlo e darlo al bambino con un altro metodo se il bambino non succhia efficacemente. Un bambino con fibrosi cistica o PKU può aver bisogno di enzimi digestivi supplementari.

In alcuni casi il bambino con problemi può non diventare mai un avido poppante al seno. Stai certa che ogni quantità del tuo latte, ricevuto al seno, tirato e somministrato con il biberon, o fornito tramite altri metodi (DAS, siringa, cucchiaio, sondino naso-gastrico, alimentatore Habermann) recherà grande beneficio alla salute e allo sviluppo del tuo bambino. È qualcosa che tu sola puoi offrirgli, il che fa bene al tuo morale!

Per altre idee riguardo a cosa aspettarsi quando si allatta e ci si prende cura di un bambino con problemi, ci sono molte fonti di informazioni e gruppi di supporto. La tua consulente LLL avrà un elenco nel suo Breastfeeding Answer Book, oppure vedi:

  • Opuscolo n. 23 LLL It L’allattamento del bambino con la Sindrome di Down (disponibile presso la tua consulente LLL);
  • Opuscolo n. 22 LLL It L’allattamento al seno del bambino con palatoschisi (disponibile presso la tua consulente LLL);
  • Opuscolo n. 51 LLL It L'allattamento del bambino con una malattia cronica (disponibile presso la tua consulente LLL);
  • Vari articoli nella collezione di articoli sull’allattamento di bambini con handicap/problemi medici tratti da New Beginnings. (in inglese) su questo sito

Traduzione a cura di Daniela Canali

L'ultimo aggiornamento è stato fatto il 02/01/07 da jlm.
Page last edited .


Bookmark and Share