Happy Mothers Breastfed Babies
Help 
  Forgot Your LLLID? or Create Your LLLID Here
La Leche League International
To Find local support:  Or: Use the Map




FAQ: Quali conoscenze si hanno a proposito di herpes e allattamento?

Le domande rivolte più frequentemente al sito LLL sono state raggruppate per argomento insieme alle relative risposte, redatte dalle consulenti LLL responsabili dell'aggiornamento del sito.

Per ciascun argomento vengono presentati diversi punti di vista e informazioni a carattere generale che non devono essere considerate alla stregua di prescrizioni mediche né come indicazioni automaticamente valide per tutti gli stili di vita e per tutte le famiglie. Per qualsiasi approfondimento, vi rimandiamo alla lista delle pubblicazioni LLL e vi invitiamo a contattare la consulente LLL più vicina a voi.

Quali conoscenze si hanno a proposito di herpes e allattamento?

Vi sono due diversi tipi di Herpes Simplex: il tipo I generalmente dà luogo a quella lesione sul labbro comunemente chiamata "febbre" e il tipo II si manifesta con lesioni genitali.

Una volta che uno dei due tipi di herpes ha attecchito, rimane sempre presente, in attesa di un periodo di stress o di malattia per aggredire l'organismo… e l'herpes si infiamma nuovamente.

Poiché la gravidanza è considerata uno stato debole dal punto di vista immunitario, è possibile che una donna incinta venga colpita da un episodio di herpes.

Per diminuire le possibilità di contrarre la malattia in questione, una mamma può seguire una buona dieta e permettersi molto riposo eliminando quanto più le è possibile stress e tensioni. Se una madre in allattamento ha una lesione infettiva in una parte del corpo che potrebbe facilmente venire a contatto con la bocca del bambino nel momento in cui lo allatta, è opportuno che l'allattamento venga sospeso da quel lato finché la lesione non sia guarita.

In un neonato - nel primo mese di vita - l'herpes può avere conseguenze fatali. Per questo motivo una donna che ha lesioni genitali non può partorire per via vaginale. Nei bambini oltre le 4 settimane raramente vi sono complicazioni.

Traduzione a cura di Daniela Canali

L'ultimo aggiornamento è stato fatto il 02/01/07 da jlm.
Page last edited .


Bookmark and Share